Home / Curiosità / Come difendersi da uno strangolamento: la tecnica di Fred Mastro (Video)

Come difendersi da uno strangolamento: la tecnica di Fred Mastro (Video)

Il Silat è un’arte marziale del sud est asiatico, che in Indonesia prende il nome di Pençac Silat, e a cui il belga Frederic Mastro si è ispirato per i suoi corsi di autodifesa che stanno avendo molto successo negli Stati Uniti. Durante una delle sue lezioni in quel di Baltimora, nel Maryland, Mastro ha mostrato una infallibile tecnica per difendersi da uno strangolamento. Facile a dirsi, ma anche molto facile a farsi. Il video della demo è già diventato virale. 

Mastro tiene lezioni di Silat Defense System, tecniche di autodifesa per cui tiene corsi negli Stati Uniti e non solo e che è ampiamente ispirata all’arte marziale del Silat, praticata prevalentemente in Indonesia, Malesia, Singapore, Vietnam, Brunei e parte della Thailandia. Nel video che andremo a vedere Mastro spiega ai suoi corsisti come difendersi da uno strangolamento, attraverso una mossa semplice e rapida.

Ovviamente, quando qualcuno tenta di strangolarvi – speriamo che vi sia capitato molto raramente – non avete la lucidità necessaria per pensare a un contrattacco intelligente e ragionato, ma pensate solamente a difendervi. Come? Usando le mani, principalmente, o le gambe, le quali però spesso restano immobilizzate per la paura. Uno strangolamento serio vi mette praticamente in tilt. Eppure dovete sapere che basta un movimento della testa e della spalla in simultanea per liberarvi subito dalla presa del vostro assalitore.

E’ quello che Mastro fa e mostra: qualcuno vi strangola? Voi non dovrete fare altro che piegare la testa su una spalla – sinistra o destra, scegliete voi – e al contempo alzare la spalla di riferimento, per poi muovervi dalla parte opposta, meglio nella parte in cui l’assalitore ha meno presa, nello specifico. In questo modo vi difenderete da uno strangolamento serrato e avrete anche il tempo di contrattaccare sfruttando la sorpresa dell’avversario. Davvero semplice e rapido, ma se non ci credete, guardate con i vostri occhi. Il video dura solo 5 minuti: buona visione!