Come misurare il girovita

21 aprile 2013 10:530 commentiDi:

soleCon il sole e la bella stagione torna puntuale anche l’ossessione, maschile e femminile ormai, per i centimetri del girovita. Sì, perché è innegabile che ancora oggi le dimensioni del punto vita rappresentano nella società occidentale un importante canone di bellezza.

> Consigli per la salute della pelle

Ma come si fa, in realtà, a misurare esattamente i centimetri del punto vita per verificare se la palestra o la dieta che stiamo seguendo ha funzionato, oppure semplicemente per vedere se siamo “in regola” con i canoni estetici di stagione?

Ebbene, per prima cosa è necessario utilizzare un metro da sarta e fare attenzione almeno a due cose: nel posizionarlo proprio all’altezza dell’ombellico, intorno all’addome nudo, e nel non esercitare alcuna pressione sulla pelle mentre si prende la misura.

Dimagrire con la musica dal vivo

E, una volta fatto questo, veniamo quindi alle note più dolenti: come interpretare la misura che abbiamo rilevato?

A livello statistico possiamo dire che per uomini e donne si prendono in considerazione delle misure standard, che vengono definite come “girovita normale“, “girovita abbondante” e “girovita a rischio“.

Ecco dunque le misure corrispondenti:

  1. Il girovita normale ricade per le donne tra i 60 e gli 80 centimetri, per gli uomini tra i 69 e gli 84 centimetri.
  2. Il girovita abbondante ricade per le donne tra gli 80 e gli 88 centimetri, per gli uomini tra i 94 e i 102 centimetri.
  3. Il girovita a rischio ricade per le donne oltre gli 88 centimetri, per gli uomini oltre i 102 centimetri.

Tags:

Lascia una risposta