Come sarebbe James Bond adesso? Impotente e con la cirrosi

14 dicembre 2013 08:290 commentiDi:

007.-Dalla-Russia-con-amore-1963-poster_gal_autore_12_col_portrait

Nell’immaginario collettivo james Bond, il mitico agente 007, è immortale: nessuno può sconfiggerlo, neanche le bellissime donne che gli capitano sempre accanto e che potrebbero far impazzire qualunque uomo normale.

Ma non lui. O almeno non lo 007 dei romanzi di Ian Fleming, perché se James Bond fosse reale, secondo il British Medical Journal, adesso sarebbe poco più che un vecchietto con le mani tremule e la cirrosi epatica.

Alcuni esperti,della fondazione della Nottingham University Hospital NHS si sono dilettati ad analizzare le vicende narrate nei 14 libri scritti da Fleming e hanno dedotto che il suo stile di vita e, soprattutto, il consumo alcolico smodato dell’agente segreto lo avrebbe portato a perdere velocemente fascino e salute.


Gli studiosi hanno calcolato che James Bond ha consumato mediamente, durante tutto l’arco della sua carriera di agente segreto, 13 unità alcoliche, a fronte di una media tollerata di massimo tre unità al giorno: se un uomo normale avesse avuto questo stile di vita, le sue condizioni sarebbero quelle di un vecchio alcolizzato: impotente, mani tremanti e cirrosi epatica.

A sostegno della tesi di una possibile malattia del fegato di James Bond causata dall’alcol, gli studiosi portano anche un’altra prova:

Quando ci siamo messi a monitorare l’uso di alcolici di James Bond – ha commentato uno degli autori dello studio – abbiamo scoperto che il consumo è declinato a metà carriera ma è aumentato verso la fine. Un’andamento tipico dei pazienti con malattie epatiche causate dall’alcol.






Tags:

Lascia una risposta