Condanna definitiva a quattro anni per Berlusconi

2 agosto 2013 11:360 commenti

Silvio-Berlusconi

I giudici della sezione feriale della Cassazione, guidata da Antonio Esposito, hanno emesso il loro verdetto: confermate le condanne per frode fiscale a carico di Silvio Berlusconi e degli altri tre imputati del processo Mediaset, gli ex dirigenti di Mediaset Daniele Lorenzano e Gabriella Galetto e il produttore cinematografico Frank Agrama. Rimane dunque la condanna a quattro anni di reclusione per Berlusconi: tre anni coperti da indulto, l’anno residuo da scontare ai domiciliari o con l’affidamento ai servizi sociali.


La Cassazione ha invece annullato la sentenza limitatamente alla pena accessoria a carico del Cavaliere. L’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni, e ha disposto il rinvio alla Corte d’Appello di Milano per la rideterminazione della pena accessoria.

Era stato il sostituto procuratore generale della Cassazione, Antonio Mura, a chiedere nella sua arringa direttamente ai giudici della Suprema Corte di rivedere al ribasso gli anni dell’interdizione, da cinque a tre, il massimo previsto per i reati fiscali. Ma i giudici hanno optato per il rinvio. Il nuovo processo d’appello di svolgerà in autunno a Milano, dinanzi a una sezione della Corte d’Appello diversa da quella che si espressa sul merito del processo. Sulla decisione si potrà ricorrere in Cassazione. Per cui Berlusconi potrebbe restare senatore ancora per diversi mesi.






Tags:

Lascia una risposta