Dalla Cina arriva una nuova specialità culinaria: uova sode cotte nell’urina

2 aprile 2012 08:000 commenti

È vero quel detto secondo cui ogni paese ha i suoi usi e i suoi costumi, ma nel caso della Cina le abitudini alimentari e i gusti sono davvero bizzarri. Dopo la carne di pipistrello sta emergendo un’ulteriore novità: cucinare le uova nell’urina. L’origine di questa tradizione sembra essere molto antica, fatto sta che la pipì dei bambini è molto ambita, soprattutto in inverno e in estate. Alcuni venditori ambulati vanno in giro per le scuole cinesi allo scopo di prelevare un bel carico d’urina di bambini.

La cosa bizzarra di questa già assurda usanza alimentare è che la pipì è ancora più adeguata se proviene da bambini e o bambine di età inferiore agli 8 anni. Chi volesse provare a fare questo piatto tipicamente primaverile (secondo i cinesi) deve limitarsi a raccogliere la pipì e successivamente immergervi le uova, le quali diverranno delle uova sode “aromatizzate”. Il nome della ricetta tradotto rende molto l’idea:” uova del ragazzo vergine”.

Tags:

Lascia una risposta