Dispersa in un bosco si salva grazie a un gatto

16 marzo 2012 09:000 commenti

Margaret Page è un’escursionista, partita per una delle sue spedizioni come di consueto. La donna, però non fa ritorno a casa che dopo 3 settimane in quanto si era persa nel parco nazionale del New Mexico senza viveri nè indumenti caldi. Ritornata a casa Margaret racconta la sua storia e dice di dover ringraziare il suo gatto, che aveva portato con sé, per averle dato il calore sufficiente per la sua sopravvivenza durante le gelide notti passate all’aperto. La donna, di 41 anni, è stata ritrovata qualche giorno fa dopo settimane di ricerche in condizioni fisiche non molto buone.


Margaret era infatti malnutrita e molto provata, ma non disidratata dato che di lì a pochi metri c’era un torrente d’acqua potabile da cui si era abbeverata per tutto il tempo della sua scomparsa. La sua sopravvivenza è stata garantita dal suo fedele amico Miya un gatto che ogni notte dormiva con lei infilandosi all’interno del sacco a pelo e apportando così il giusto calore necessario per superare le temperature arrivate anche sotto lo zero.






Tags:

Lascia una risposta