Domenica torna la superluna

21 giugno 2013 10:010 commenti

superlunaLa si può chiamare con il nome di “Superluna” oppure con il nome di “Luna gigante“. Una cosa è certa: non sarà rosa come molti affermano. Questa domenica, 23 giugno, in ogni caso lo spettacolo sarà assicurato. La luna che osserveremo in cielo è una di quelle che vediamo soltanto una volta all’anno, nel momento in cui il plenilunio cade in corrispondenza del perigeo (la distanza minima dalla Terra a circa 357.000 chilometri).

L’ultima circostanza favorevole si è verificata a maggio 2012, con il disco più grande del 14 per cento e del 30 per cento più luminoso. Perché, però, qualcuno la chiama “Luna rosa“? Si tratta di un soprannome che le deriva forse dalle tradizioni contadine.

La luna di giugno è soprannominata infatti anche Luna della fragola o Luna rosa ma nessuno osserverà nel cielo tinte color confetto. Si tratta di un’informazione scorretta. A spiegare il perché è l’astronomo Agatino Rifatto, che fa parte dell’osservatorio di Capodimonte (Napoli): “L’unica particolarità di questa Luna piena sarà di essere un po’ più grande e luminosa del normale. Il suo colore può tendere al rosso quando è bassa sull’orizzonte perché l’atmosfera assorbe le radiazioni del colore blu ma il fenomeno scompare quando si alza”.

Nel contempo, la Luna rossa può essere osservata nel corso delle eclissi quando è colpita dalla luce riflessa dalla Terra”. Non vedremo dunque una Luna colorata di rosa, malgrado tale leggenda metropolitanà si stia amplificando in rete a colpi di copia-incolla e Photoshop. Non rimane invece che godersi lo spettacolo, magari da un luogo lontano dalle luci della città o da un osservatorio astronomico. E che il bel tempo ci permetta di ammirare una splendida super Luna, gigante e gialla

Tags:

Lascia una risposta