Donna di 86 anni partecipa alla maratona di New York e muore il giorno dopo

7 novembre 2013 14:220 commenti

Sofitel-di-New-York

Aveva appena compiuto la veneranda età di ottantasei anni. Ed era molto attiva. Forse troppo. Parliamo di una donna della California, Joy Johnson, che domenica scorsa è stata la più anziana concorrente a tagliare il traguardo dei 42 chilometri della celeberrima maratona di New York, raduno che ogni anno attira milioni di partecipanti per tutto il mondo che corrono per le vie della città. Joy, come detto, ha tagliato il traguardo. Però, 24 ore dopo è deceduta, nel sonno, quando aveva ancora ai piedi le scarpe da ginnastica. Nel corso della gara, verso il termine della stessa, Joy Johnson è caduta e ha sbattuto la testa.

I medici che l’hanno immediatamente soccorsa desideravano che si facesse visitare in ospedale, ma lei si è rifiutata, affermando che intendeva completare la gara. Cosa che ha fatto, in sette ore, 57 minuti e 41 secondi. Il giorno dopo, assieme alla sorella 83/enne Faith Anderson, ha partecipato al Rockefeller Center ad una diretta tv della Nbc sul dopo maratona, in cui è stata intervistata, ha mostrato la sua medaglia e ha sottolineato che quella di domenica è stata la venticinquesima volta che correva la grande corsa di New York.

Poi, dicendosi un pò stanca è andata a riposare in albergo, e secondo quanto sostiene il Daily News, non si è più alzata dal letto.

Tags:

Lascia una risposta