Donne e lifting…contro la cistite

31 dicembre 2013 21:500 commenti

donna-bellezza-capelli-pelle

La cistite è un’infezione della vescica che si manifesta con sintomi generali come febbre e malessere e sintomi locali come dolore ai genitali e al basso ventre, dolore e bruciore durante la minzione e difficoltà di svuotamento della vescica, stimolo frequente a urinare di giorno e di notte. Tale disturbo colpisce ben tre donne su dieci almeno una volta nella vita e per risolverlo, oltre agli antibiotici, si ottengono buoni risultati con i rimedi naturali a base di mirtillo e uva ursina sotto forma di frutti, succo, liquido alcolico o compresse. La loro azione è meno immediata degli antibiotici, ma hanno il vantaggio di curare l’infezione e di prevenirla. Essi infatti, contengono sostanze che favoriscono l’eliminazione dei batteri attraverso l’urina, cui impediscono di attaccarsi alle pareti della vescica e di scatenare l’infiammazione. Un valido aiuto è bere almeno due litri d’acqua al giorno per evitare la concentrazione delle urine. E’ poi importante fare pipì spesso e avere un’alimentazione ricca di frutta e verdura, in grado di regolare il transito intestinale. Nei casi più gravi si ricorre agli antibiotici che però, vanno usati con parsimonia. Infatti, si corre il rischio di sviluppare un antibiotico-resistenza rendendoli inefficaci e portando all’abbassamento delle difese immunitarie. Ad essi è sempre bene associare i fermenti lattici per favorire la normale flora batterica intestinale e rinforzare le difese immunitarie ed evitare le ricadute.


Ma nel caso di cistiti ricorrenti si può ricorrere ad un vero e proprio lifting a base di acido ialuronico. Lo stesso usato per rendere la pelle più liscia e priva di rughe. Tale procedura si esegue ambulatorialmente in caso di cistiti ricorrenti e consiste nell’instillare in vescica tale sostanza attraverso un sottilissimo catetere . L’acido agisce così sulle pareti interne creando un effetto barriera contro i batteri.

Per ottenere risultati occorre un ciclo di trattamento, con cadenza settimanale, che può durare anche tre mesi. I risultati di guarigione però, sarebbero molto alti.

 






Tags:

Lascia una risposta