Fa sesso in pieno giorno con una squillo e quando viene arrestato dice di avere dell’esplosivo

6 agosto 2012 08:000 commenti

A Senigallia un ragazzo di 26 anni si è messo in ridicolo per cercare di giustificare un suo comportamento improponibile. L’uomo ha pagato una prostituta e l’ha condotta nel porto di Senigallia per poter consumare l’atto. Giunto sul luogo, ha scelto una barca, non di sua proprietà, e i due hanno cominciato a fare sesso in pieno giorno e sotto gli occhi di tutti. Tra gli inconsapevoli spettatori vi era anche un gruppo di minorenni che seguiva un corso di vela. Dopo un po’ è giunta la polizia, probabilmente allertata da qualcuno e l’uomo ha tentato di scappare via spintonando un agente.

Non riuscendo a fuggire, il 26 enne ha inventato una storia che ha davvero del ridico, ovvero che se non lo avessero lasciando andare avrebbe fatto saltare in aria il porto dato che in casa aveva dell’esplosivo pronto per essere utilizzato. Gli agenti non solo l’hanno arrestato ma una volta appurato che la sua fosse soltanto una storia inventata è stato denunciato ed attenderà il processo il 26 ottobre.

Tags:

Lascia una risposta