Giocatore di Poker si suicida dopo aver perso 600.000 dollari

18 luglio 2013 15:260 commenti

abAlessandro Bastianoni era un asso del poker italiano, da tempo alla ricerca di fortuna nei tornei all’estero. La sua vita, fatta di alti e bassi come quella di qualsiasi giocatore che vince e perde, è finita in maniera tragica. Bastianoni è stato trovato morto in un appartamento di Miraflores, quartiere esclusivo di Lima, all’età di 48 anni.

Secondo gli inquirenti si sarebbe suicidato una decina di giorni fa. La notizia è apparsa sui media peruviani, secondo i quali Bastianoni aveva perso al gioco 600.000 dollari. Nella capitale peruviana aveva partecipato a due tornei, senza vincere.

Il corpo di Bastianoni, 48 anni, è stato rinvenuto in virtù degli sforzi della compagna, Yeinni Ospina, che vive in Colombia: dopo averlo sentito al telefono per l’ultima volta lo scorso 6 luglio, e avendo perso ogni sua traccia, è partita per il Perù: “Mi aveva detto che aveva perso molti soldi e nella sua voce si notava una profonda tristezza. Ho cercato di rallegrarlo ma è stato vano.”,


Questo il racconto della donna, che si è messa in contatto a Lima con l’ambasciata italiana locale e la Direzione di Inchieste Criminali.

In base alla denuncia della fidanzata, le autorità peruviane hanno proceduto avviando un’inchiesta e, rintracciando il collegamento del cellulare di Bastianoni, sono riuscite a ritrovarlo in un appartamento che aveva affittato in una torre di lusso dell’esclusivo quartiere residenziale di Miraflores. Troppo tardi, però. Dallo stato del corpo, gli esperti della polizia locale hanno stabilito che l’italiano si sarebbe suicidato una decina di giorni prima.

Accanto al cadavere di Bastianoni è stato rinvenuto un flacone di cristallo che conteneva residui di una sostanza velenosa sciolta in acqua frizzante, una valigetta con 140 mila dollari in contanti e una lettera nella quale il giocatore chiedeva che i soldi fossero usati per pagare la sua cremazione. Bastianoni era molto noto nel circuito internazionale del poker: in base ai dati del suo passaporto, le autorità hanno stabilito che negli ultimi due anni era stato in Venezuela, Cile, Brasile, Panama, Colombia e Stati Uniti per prendere parte a diversi tornei.






Tags:

Lascia una risposta