Il Trono di Spade deve essere sospeso su Rai 4, è pornografico

9 maggio 2013 12:200 commenti

taglioAlta_001146-640x337

La serie televisiva “Il trono di spade” rischia di essere sospesa e di non andare più in onda su Rai4 come solitamente accade alle 21 il giovedì.

A chiederlo è l’Aiart, Associazione Italiana Ascoltatori Radio Tele-Teatro-cinespettatori. L’associazione culturale e di volontariato ha radici cristiane. Con l’invio di un telegramma all’indirizzo del direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, l’Aiart ha chiesto la sospensione del programma poiché lo ritiene volgare e pornografico.

Non sono digerite dall’ente le continue scene di violenza e sesso.

Nella lettera si legge: “Sembra quasi che gli autori si stiano impegnando per ottenere l’Oscar della depravazione. Si può tollerare che un servizio pubblico come la Rai entri nelle case degli italiani alle 21 con un programma a luci rosse?”

Dal 2 maggio, “Il trono di spade” va in onda in chiaro su Rai4 con la prima stagione. La serie ha raggiunto il record di ascolti ed è diventato il fenomeno televisivo degli ultimi tre anni, trasmesso in prima visione in Italia da Sky Cinema.

Da domani, peraltro, su Sky andrà in onda la terza attesissima stagione.

Tuttavia, il tasso erotico di alcune puntate sembra essere alto e fa riflettere.

Nella sua lettera all’indirizzo dei vertici Rai, l’Aiart ha aggiunto: ”Si obietta che basta cambiare canale per non subire lo squallido programma. Certo, ma perché in un Paese civile si deve sopportare l’incultura del servizio pubblico radiotelevisivo? La risposta amara semplice: chi infrange il buon senso e sperpera danaro pubblico è sicuro di non incorrere in sanzioni; chi dovrebbe erogarle è in tutte altre cose affaccendato”

Tags:

Lascia una risposta