In ospedale per colpa di un topo morto nelle patatine

15 aprile 2013 12:500 commenti

 

A volte nelle confezioni di patatine si trovano alcune simpatiche sorprese. A volte, invece, le sorprese possono costare la vita e non sono affatto simpatiche. Né tantomeno previste dall’azienda che mette in commercio gli snack. Un topolino di cinque centimetri con la coda lunga è stato trovato in un pacco di patatine allo stato fritto, morto e mummificato.

Lo hanno trovato due ragazzi di Spinea. I due, che sono fidanzati, avevano acquistato la confezione di patatine in un supermarket a pochi passi da casa. Tornati per guardare la tv hanno aperto il pacco e…si sono trovati davanti al topo morto presente nel loro sacchetto. Un episodio, questo, accaduto lo scorso anno e venuto alla luce solo ora. L’animale era innocuo, ma alla sua vista la ragazza ha avuto un malore ed è finita in ospedale.

Il topo era riuscito a infilarsi nello stabilimento dove si producono le patatine. L’azienda andava denunciata per via degli scarsi controlli che avevano consentito tutto questo. Cosa che, però, non è stata fatta.

Le patatine in questione, con la sorpresa del topo morto, erano le “Country pizza”. Si tratta di una confezione da sessanta grammi prodotta dalla “Bag Snacks Srl”, un’azienda padovana. E adesso il topolino, a circa un anno di distanza dai fatti, potrebbe costare ai proprietari dell’azienda ben 7mila euro di multa come chiesto dal pubblico ministero Benedetto Roberti.

Nei giorni scorsi è stato infatti trasmesso un decreto penale di condanna da 3.500 euro ciascuno nei confronti di Italo Girolimetto e Nicoletta Gagliardi, rispettivamente amministratore e responsabile del controllo qualità dell’impresa di Galliera Veneta.

 

Tags:

Lascia una risposta