Inside Out è sempre On sul box office italiano: gli incassi superano i 25 milioni di euro

I geni della Disney-Pixar sono riusciti a fare un cartone animato sulle emozioni, prendendo come pretesto il percorso di crescita di una bambina, con tutte le sue fasi, che sono poi quelle che ci accompagnano nella vita e che sono tutte di pari importanza. Gioia, tristezza, rabbia, tristezza, paura: chi l’avrebbe detto che un cartone su queste emozioni sbancasse il box office italiano. Oltre 25 milioni di euro per Inside Out, che batte record su record. 

Film Pixar più visto in assoluto, Inside Out ha infatti battuto anche Alla ricerca di Nemo in quanto a incassi, mentre nelle classifiche Disney si piazza al secondo posto, dopo l’intramontabile classico Il Re Leone. Nel nostro Paese ha guadagnato 25,1 milioni di euro, mentre in tutto il mondo ha incassato 842 milioni di dollari, con un traguardo, quello del miliardo, che non sembra più tanto irraggiungibile.

Il presidente e ad di The Walt Disney Company Italia, Daniel Frigo, è entusiasta dei risultati ottenuti nel nostro Paese: “Ancora una volta è stata premiata la qualità Disney-Pixar, che da sempre affascina spettatori di tutte le età portando sul grande schermo storie uniche, caratterizzate da un’animazione pionieristica e da una grande capacità di storytelling”. Una storia unica ed emozionante, piaciuta anche e soprattutto a chi l’età della giovane protagonista l’ha già superata, anche da un bel pezzo.

La migliore pubblicità per Inside Out? Il passaparola, forma pubblicitaria tradizionale ma sempre vincente, che è riuscita a dare a Cesare quel che è di Cesare, battendo perfino l’immenso battage pubblicitario dietro ai Minions, che però ha convinto molto meno anche per qualità complessiva della storia. E chissà che quelli dell’accoppiata Disney-Pixar non stiano già pensando a un sequel di Inside Out: dopotutto una saga può essere lunga una vita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.