L’uomo che ha tatuato il suo gatto

17 febbraio 2012 08:000 commenti

Un ragazzo, appassionato di tatuaggi del Tatarstan ha pensato bene di tatuare il proprio gatto. Ebbene si, forse sul suo corpo non c’era più spazio per poter aggiungere un altro marchio oppure la sua intenzione era quella di fare qualcosa di speciale, o di stupido a seconda di come la si pensa. Fatto sta che adesso un povero micio è marchiato a vita e peraltro con un tatuaggio che presenta un grossolano errore d’ortografia. La storia si è svolta in questo modo: il povero Coco, questo è il nome dell’ignaro felino, è stato (ovviamente) sedato e proprio sotto al suo collo è stata riprodotta la scritta “carpe diem”, o meglio questa era la frase che il tatuatore aveva intenzione di tatuare, in realtà il risultato finale è stato “carpe deem”. Altro dettaglio di dubbio gusto è il diamante precisamente al di sotto della scritta. Insomma, questo splendido gatto, cosiddetto “nudo” (per l’assenza del pelo), da specie pregiata quale era, si ritrova ora a portare un tatuaggio di cui di sicuro avrebbe fatto a meno. Questa storia ha  ovviamente scatenato la reazione degli attivisti per i diritti degli animali che di sicuro in questo caso non sono stati rispettati.






Tags:

Lascia una risposta