L’uomo che si sveglia dall’anestesia durante un’operazione ai polmoni

26 aprile 2012 08:000 commenti

L’avventura accaduta, lo scorso marzo,  ad un signore svedese, Mathias Strom, ha davvero dell’incredibile. L’uomo era giunto in ospedale per subire un’operazione ai polmoni e come prassi gli era stata effettuata un’anestesia, ma qualcosa deve essere andato storto e dopo circa un quarto d’ora dall’inizio dell’operazione, il paziente si sveglia. È da quel momento che comincia il suo incubo. I medicinali lo avevano reso incapace di muoversi e di emettere qualsiasi suono, voleva gridare ma la voce non gli usciva, voleva alzare un braccio per far capire ai medici che era sveglio, ma il corpo non rispondeva ai suo comandi.


Il povero Mathias ha sentito tutto, i tagli del bisturi, i commenti dei medici e degli infermieri fino a che il dolore lo ha completamente fatto perdere i sensi. Al suo risveglio, l’operazione era terminata e l’uomo si è infuriato con i medici che in un primo momento hanno pensato che l’uomo avesse sognato, solo in seguito l’anestesista ha ammesso che qualcosa non aveva funzionato come avrebbe dovuto. Ora Mathias Strom ha esposto le sue lamentela alla Commissione nazionale della sanità.






Tags:

Lascia una risposta