L’uomo dalla testa ricostruita con il grasso prelevato dal suo corpo

1 marzo 2012 08:000 commenti

Tim Barter è sopravvissuto per miracolo ad una caduta di ben 8 metri da un tetto. Il 32 enne inglese ha sfiorato la morte, ma il suo fisico è stato forte ed è riuscito a riprendersi. La sua unica sfortuna, se così può essere chiamata in casi come questi, è stata di aver riportato delle gravi ferite alla testa e per evitare che la sua situazione si complicasse, i medici che lo soccorsero dopo l’incidente, reputarono giusto di eliminare il gonfiore e l’accumulo di sangue nel suo cranio asportando parte della sua testa. Una volta rimessosi completamente, Barter era sano come un pesce ma con la testa a metà.


Finalmente, un gruppo di medici del King’s College Hospital, guidato dal dottor Robert Bentley, chirurgo craniale e maxillofacciale decidono di tentare la ricostruzione della testa dell’uomo adottando una tecnica sperimentale, consistita nel prelevare del grasso corporeo dallo stomaco e nell’averlo introdotto all’interno del cranio, la cui parte ossea mancante è stata riprodotta attraverso delle placche in titanio. Ora Tim è tornato quello di un tempo e ha ripreso a svolgere tutte le sue attività, come se nulla fosse mai accaduto alla sua testa.






Tags:

Lascia una risposta