Home / Curiosità / La modella strabica che ha conquistato l’Inghilterra

La modella strabica che ha conquistato l’Inghilterra

mo6

I più attenti si saranno accorti già durante lo scorso giugno di Brunette Moffy. Il suo debutto nel campo della moda è avvenuto durante l’estate, periodo in cui un magazine britannico di tendenza le ha dedicato una copertina. Il magazine, ‘Pop‘, è molto famoso nel ramo del fashion e la Moffy ha goduto di un’enorme popolarità.

Fino a qui, tutto normale, se non fosse che Brunette è strabica. Un caso a dir poco eccezionale nell’universo della moda. Ma non è una limitazione. Anzi, Brunette Moffy fa tendenza. Al punto che la famosa agenzia Storm Models si è accorta della sua figura e l’ha lanciata definitivamente, puntando proprio sulla peculiarità insita nel suo sguardo affetto da strabismo.

Brunette, dunque, è stata presa in consegna da un’agenzia (la Storm Models per l’appunto), che ha lanciato altre bellezze talentuose e particolari quali Kate Moss, Cindy Crawford, Andrej Pejic e Cara Delevingne.

One comment

  1. Buon pomeriggio (e buon 2017!).
    Che dire? Una ragazza bella, affascinante e carica di sensualità come Brunette, fino ad ora, non m’era parso di averla ancora vista. Faccio il giornalista (a tempo perso) e scrivo articoli per un giornale locale del Sud Italia. Così, una volta mi chiesero: “Potresti scriverci un pezzo a mo’ di recensione, nel settore della moda inglese, su modelle fuori dal comune?”. E fu così, che “conobbi” la magnifica e bellissima Brunette! Ovvio che anche al sottoscritto, balzò subito il suo lieve difetto visivo. Ma, signore e signori, vi dirò: dinanzi a tanta bellezza; pulita e semplice e allo stesso modo grande, rimpiansi che il capo redattore non mi commissionò molto tempo prima il pezzo! Da allora, con tutta onoestà (e con la massima sincerità) sono rimasto fulminato e abbagliato da tanta bellezza, come direbbero in molti (troppi…) “anormale”. Ma quale anormale? Gli anormali, in molte occasioni, siamo noi, che ci facciamo dei pregiudizi! W Brunette e sia lodato Francesco De L.! Luca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *