La ragazza allergica allo sperma

12 aprile 2013 12:220 commenti

La storia di un ragazzo e una ragazza di trentacinque anni diffusa da ABC News è davvero singolare. Innamoratissimi, i due hanno deciso di sposarsi in tempi brevissimi. E’ come se parlassimo della coppia perfetta, nata dopo il classico scoccare del ‘colpo di fulmine’.

I problemi, tra i due, sono nati dopo i primi rapporti sessuali.

Lei, infatti, ha scoperto di essere allergica al liquido seminale del marito. Inizialmente, questo tipo di notizia potrà far sorridere, ma in realtà si tratta di un allergia molto diffusa.

La ragazza ha detto di aver avuto una reazione bizzarra allo sperma del marito: “Avevo un insolito bruciore, gonfiore e arrossamento. Pensavo di aver contratto una una malattia sessualmente trasmissibile”. Dopo esser stata visitata da numerosi medici e aver passato giornate su giornate su Internet al fine di effettuare ricerche, i due sposini si sono recati in Carolina del Nord e finalmente hanno trovato alcune risposte al loro problema.

La soluzione all’allergia, però, ha fatto naufragare la loro vita sessuale dando un brutto scossone al loro matrimonio.

La diagnosi per la donna, infatti, è stata la seguente: ipersensibilità al plasma seminale. Si tratta di una reazione allergica alle proteine presenti nel liquido seminale di suo marito. Anche l’utilizzo del preservativo si è rivelato inutile e così la coppia ha evitato di avere rapporti intimi.

Ciò ha fatto naufragare il loro matrimonio. L’uomo ha detto che ciò è davvero bizzarro e che entrambi non erano a conoscenza di questo problema prima di sposarsi: “Eravamo follemente innamorati”.

Stando a quanto detto da Jonathan Bernstein, docente presso l’Università di Cincinnati, specializzato in allergie e immunologia e medico della sfortunata coppia, la condizione della donna della nostra storia colpisce dalle 20.000 alle 40.000 donne negli Stati Uniti.

Bernstein ritiene che tale problema è più comune del previsto. Le donne che manifestano questa strana allergia descrivono il dolore provato “come un ago nella vagina”.

Tags:

Lascia una risposta