Home / Curiosità / L’altra terra scoperta dalla Nasa: ecco le bellissime immagini (VIDEO)

L’altra terra scoperta dalla Nasa: ecco le bellissime immagini (VIDEO)

La Nasa ha recentemente scoperto un nuovo pianeta, Kepler 186-f, si tratta di un pianeta fuori dal nostro Sistema Solare, simile alla Terra. Un nuovo successo della sonda Kepler lanciata nello spazio nel 2009. Il Kepler 186-f si trova a 500 anni luce dal nostro pianeta, nella costellazione del Cigno. La scoperta si colloca all’interno di un ampio studio relativo ad una zona Goldilocks, una zona abitabile attorno ad una stella dove, teoricamente, è possibile la presenza della vita. Ovviamente devono essere rispettate alcune condizioni spaziali, prima fra tutte una pressione atmosferica tale da garantire la presenza di acqua.

Elisa Quintana, ricercatore presso l’Istituto SETI a Ames Research Center della NASA a Moffett Field, in California ha dichiarato: “Conosciamo un solo pianeta in cui esiste la vita, la Terra. Quando si cerca la vita al di fuori del nostro Sistema Solare ci concentriamo sulla ricerca di pianeti con caratteristiche che imitano quello della Terra. Trovare un pianeta abitabile paragonabile alla Terra per dimensioni è un importante passo in avanti.”.

Kepler-186 f è l’unico pianeta simile, non solo per dimensioni, alla Terra e ruota attorno alla stella Kepler-186. Questa nana rossa ospita altri 4 pianeti ed è in grado di fornire al pianeta solo 1/3 dell’energia che il nostro pianeta riceve dal Sole. In sostanza la luce che arriva su Kepler-186f a mezzogiorno è simile a quella che sulla Terra giunge circa un’ora prima del tramonto del nostro Sole. Inoltre Kepler-186f  orbita attorno alla sua stella una volta ogni 130 giorni. Thomas Barclay, scienziato dell’Istituto di Ricerca Ambientale dell’Ames Research Center, sempre dell’ente spaziale americano, ha affermato che “essere nella zona abitabile non significa che sappiamo che questo pianeta lo sia effettivamente Kepler- 186f può essere pensato come una Terra-cugino piuttosto che una Terra-gemello . Ha molte proprietà che le assomigliano”.

kepler-186f-2

kepler-186f-4

kepler-186f-3

kepler-186f-1

kepler-186f

Un video tutto per voi

Loading...

17 comments

  1. massimo palladino

    E come nei migliori romanzi di Asimov : siamo salvi !!!!!!!
    Salpiamo.

  2. ma immagini di cosa?
    è impossibile fotografare un pianeta a 500 milioni di anni luce da noi.

  3. … come fa a trovarsi a 500 anni luce se è partita dalla terra nel 2009? Vuol dire che viaggia 83 volte più veloce della luce?

  4. ah no sorry il pianeta si trova li avevo capito la sonda! Scusate!

  5. Antonio, a parte che c’è scritto 500 anni luce e quindi è un po’ diverso 😉

  6. Quindi visto che quello che vediamo noi sono immagini trasmesse dalla luce la foto risale a 500 anni fa

  7. la prima immagine funge bene da specchietto per le allodole….. complimenti….. grazie a voi il web è sempre un posto peggiore

  8. Adoro queste cose, mi permettono di emarginare a vita coloro che le credono

  9. non sono foto, sono disegni, la solita SOLFA…hanno pure usato una palette verde, tanto per disegnar qualche foresta….

  10. Il fatto che sia a 500 anni luce non ci cambia la vita. Se qualcuno crede in un pianeta da colonizzare deve inventare un mezzo di trasporto adeguato quindi “bello e impossibile”.

  11. Ma scusate al posto di andare a cercare pianeti alternativi su cui andare a vivere, non potremmo semplicemente non distruggere questo su cui viviamo adesso??
    E comunque dato che si trova a 500 anni luce per noi sarebbe completamente irraggiungibile, se volete fate due conti sulla distanza che ci sarebbe da percorrere, ogni secondo la luce percorre 300’000 Km, se lo moltiplichiamo per 3600, che sono i secondi in un’ ora otterremmo la velocità in Km/h, il risultato è 1’080’000’000 km/h, e mi sembra, se non sbaglio che la navicella più veloce mai costruita dall’uomo raggiunga appena i 130’000 Km/h, o comunque sia mi ricordo che non si avvicinava neanche minimamente alla velocità della luce e comunque non aveva persone o animali a bordo.

  12. la solita bufala arrivata a velocità spaziali anzi a velocità della luce per restare in tema ….

  13. prima di dar falso certo ad alcune notizie, verificatene l’autenticità!
    http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2014/17apr_firstearth/

  14. Ecco perché la gente muore di fame invece di aiutare questi spendono dei soldi per trovare dei pianeti che la gente non visiterebero mai

  15. A mio avviso, il problema della ricerca della vita nell’universo sta nel fatto che tale ricerca è rivolta alla vita cosi come la conosciamo, perciò si cerca un pianeta simile alla terra per condizioni atmosferiche e altro ma, la vita potrebbe avere altre forme che non conosciamo e quindi non riusciremmo a vedere neanche se fosse intorno a noi. Tuttavia, per chi crede nell’anima racchiusa nelle forme che conosciamo, potrebbe anche credere che sia racchiusa in forme a noi sconosciute e pur incontrando altre vite, semplicemente non le riconosciamo.

  16. a tutti voi…..

    Le immagini sono solo una simulazione 3D. Di fatto e’ una elaborazione partendo dalle imamgine captate dalla sonda nella banda dell’infrarosso che permette appunto una visulaizazione spectroscopica (cioe individuazine degli elementi costitutivi della massa)

    Cioe che veramnete fa girare le @@ e’ la traduzione dell’articolo pessima… nemmeno FOCUS si abbassa a tanto.

    Come ha detto qualcuno nei commenti.” e’ solo grazie a questa gente che il web diventa un posto peggiore”. QUesto sito di finta informazione serve solo per acchiappare un datbase email attive….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *