Le piante del Colosseo misurano l’ ecologia

29 giugno 2013 09:200 commentiDi:

ColosseoA rivelare il livello di salute dell’ ambiente in cui viviamo può essere anche la flora stessa. Come le piante che crescono spontaneamente all’ interno del Colosseo, nel pieno centro di Roma, in un punto particolarmente nevralgico della viabilità e del traffico della capitale.

Le proprietà dell’arnica

Tra i  vetusti muri dell’ Anfiteatro Flavio, infatti, crescono oggi una serie di specie vegetali che oltre a testimoniare l’ alto grado di biodiversità della flora cittadina, sono anche degli ottimi indicatori dello stato di sanità ed ecologia delle piante in relazione alle possibili mutazioni ambientali.

Le proprietà dell’ origano

Bocche di leone, capelvenere, acetosella e tarassaco, nella zona degli ipogei al Colosseo, sono dunque i testimoni dello stato di salute dell’ ambiente, così come dal Medioevo in poi, le specie vegetali che vi crescevano sono sempre state un punto di riferimento per medici e botanici.

Nel Medioevo, infatti, nella stessa area si trovava il piccolo ospedale di San Giacomo al Colisseum, presso il quale crescevano e venivano coltivate numerose specie medicinali. Tra queste, presenti fino in tempi più recenti, quando poterono essere studiate dal botanico barocco Domenico Panaroli, vi erano la malva, l’ iperico, l’ ortica, la melissa e il galega. 

Tags:

Lascia una risposta