Lo scandalo Datagate coinvolge anche l’Italia?

30 giugno 2013 14:330 commenti

guardian

Torna in auge lo ‘spionaggio‘, e sembra coinvolgere tutto il mondo. Il Guardian, nella sua edizione online, ha pubblicato un testo che rivela che alcuni Paesi dell’Unione europea collaborano con gli Stati Uniti al fine di raccogliere dati personali.

Tra questi Paesi ci sarebbe anche l’Italia. Il Telegraph, tuttavia, ha dichiarato che la fonte che ha fornito la notizia shock è inattendibile.

Ma il polverone è ormai stato sollevato, anche se il Guardian ha rivelato nel suo articolo online che l’Italia era uno dei sette Paesi Ue a collaborare con gli States per raccogliere dati personali. Un accordo internazionale di intelligence. Il Guardian, tuttavia, ha rimosso la pagina.


L’articolo è stato rimosso per effettuare un’indagine. Stando al Telegraph, la rimozione sarebbe stata effettuata per via dell’inaffidabilità della fonte, Wayne Madsen. Madsen è colui che tempo fa sosteneva che Obama fosse gay.

Intanto, l’Unione europea ha chiesto immediate spiegazioni agli Stati Uniti in relazione alle informazioni filtrate sulle stampa.

Lo ha riferito un comunicato della Commissione europea, dal quale si evince che le autorità statunitensi di Washington e Bruxelles sono state contattate e che si è proceduti a un confronto tra le informazioni di stampa.

In Germania non l’hanno presa bene, facendo un paragone con la “guerra fredda”. Parole del Ministro tedesco della Giustizia, Sabine Leutheusser-Schnarrenberger.

Nel contempo, il presidente del Parlamento europeo, Martin Schultz, ha chiesto agli Stati Uniti “un chiarimento competo”.






Tags:

Lascia una risposta