Home / Curiosità / Marisa Del Frate non c’è più: una vita tra TV, teatro e pittura

Marisa Del Frate non c’è più: una vita tra TV, teatro e pittura

Era stata protagonista di cinema, tv e musica degli anni Cinquanta e Sessanta: Marisa Del Frate, classe 1931, è morta a Roma. Da circa tre mesi era gravemente malata: viveva ormai da sola ma i nipoti le sono stati vicini fino alla morte. Quella di Marisa Del Frate era stata una vita certamente piena di successi ma anche caratterizzata da molti dolori cui cui la celebre si è trovata a fare i conti.

Internet rende omaggio alla sua carriera eterogenea: dalla partecipazione a Sanremo del 1958 alle trasmissioni Rai (Chiamate Arturo 777 e L’amico del giaguaro condotto dal mitico Corrado che la vide intervenire recitando e cantando nel sodalizio artistico riuscitissimo con Gino Bramieri e Raffaele Pisu). Con Bramieri ha recitato più di una volta anche a teatro e al cinema. Ma sfogliando il suo curriculum si scovano anche esperienze come indossatrice ed imitatrice nonché come ballerina. Un’artista a tutto tondo che sicuramente lo spettacolo di oggi rimpiange: di professioniste del suo calibro ancora attive se ne contano veramente poche. E’ stata lei a lanciare la danza di Zorba. Fu una protagonista indiscussa e gettonatissima di tv, cinema e teatro fino agli anni Settanta quando, per ragioni familiari, decide di allontanarsi un po’dai riflettori riducendo la frequenza delle sue apparizioni. Si sposa in gran segreto in Scozia con Tonino Micheluzzi, che aveva già una moglie. Nasce una figlia che però purtroppo muore poche ore dopo il parto: fu questo il dolore più grande della sua vita privata. Negli anni ’80 torna in tv sui canali locali e su Telecentro Bologna lancia quella che da molti è stata considerata ufficialmente la prima televendita della storia. Negli ultimi anni si è dedicata anche all’allestimento di mostre di pittura, dimostrando una buona predisposizione anche per l’arte. La sua presenza invece sul piccolo scherzo riguarda una serie di comparizioni in programmi sulla storia della tv condotti da Paolo Limiti.