Menage a tre a Napoli finisce a botte

29 dicembre 2013 14:030 commentiDi:

coppia

Siamo a Napoli, dove una donna di 38 anni, dopo essere stata fedele al marito per tutto il loro matrimonio, si innamora perdutamente di un ragazzo di dieci anni più giovane di lei, ma, allo stesso tempo, non vuole rinunciare al marito.

La donna ha avuto un’idea geniale: far firmare ai suoi due uomini un patto di reciproca tolleranza.

Nel documento stilato dalla donna in data 18 dicembre 2013, e poi firmato da tutti e tre, è chiaramente indicato che Lina, questo il suo nome, vuole molto bene ad entrambi e che, nel periodo necessario a fare chiarezza nella sua testa e scoprire quale dei due uomini scegliere, avrà due relazioni parallele, quella ufficiale con il marito e quella con il giovane amante, entrambe alla luce del sole.


In calce, le firme dei due uomini che attestano il loro consenso.

Ma l’idillio a tre è durato poco e la notte di Natale stava per accadere il peggio, dopo che la donna, secondo il marito, era stata un po’ troppo a lungo a scambiare coccole ed effusioni telefoniche con il suo giovane amante: prima l’uomo ha cercato di picchiare la moglie che, dopo essersi rifugiata tra le braccia del giovane in un comune vicino, è stata raggiunta dal marito che ha minacciato di morte anche il ragazzo.

La conclusione di questa folle storia di Natale? Una denuncia per aggressione al marito di Lina.






Tags:

Lascia una risposta