Mordersi la lingua, perché non è possibile quando mangiamo

12 ottobre 2014 14:330 commenti

Scientificamente è stato provato che esiste un circuito neuronale che controlla il movimento della lingua e grazie alla sua azione è impossibile mordersela mentre si mangia.

Immaginate di avere tra le mani il vostro panino preferito e di morderlo con tanta forza. State tranquilli che se tutto funziona come si deve, sarà impossibile che vi mordiate la lingua. È stato provato a livello scientifico che esiste un circuito neuronale che controlla il movimento della lingua e lo coordina in base all’apertura e alla chiusura della bocca.

Masticare è un’azione che sembra naturale. Un po’ come sembra naturale respirare o anche riposarsi e dormire. Eppure dietro ognuno di questi gesti c’è un meccanismo molto complesso del cervello. Quello relativo all’atto di mangiare è stato messo sotto la lente d’ingrandimento dai ricercatori della Duke University di Durham, nel North Carolina.


> Il cerotto cucito sulla lingua per dimagrire [FOTO]

Nei topi, ma una cosa simile accade anche negli uomini, esistono due tipi di cellule nervose nel cervello: i neuroni premotori e i motoneuroni. Questi ultimi sono coinvolti nel processo di masticazione. Queste cellule fanno un lavoro di squadra: alcune regolano l’apertura e la chiusura delle mascelle e altre regolano la protrusione e la retrazione della lingua. Le operazioni devono essere coordinate.

Per questo i neuroni premotori si connetto ai motoneuroni che regolano sia l’apertura della bocca, sia l’estensione della lingua. C’è poi un altro gruppo di neuroni premotori che si connette ai motoneuroni che regolano la chiusura della bocca e la retrazione della lingua. Questi meccanismi funzionano anche per il coordinamento di altre coppie di azioni. Per esempio quando si digrignano i denti, si emettono dei particolari vocalizzi.






Tags:

Lascia una risposta