Home / Curiosità / Nomadincontro, torna la neve ad Auschwitz: il concerto a Cracovia

Nomadincontro, torna la neve ad Auschwitz: il concerto a Cracovia

Durante il raduno per i Fan dei Nomadi, il Nomadincontro, è stato annunciato il loro prossimo concerto che si terrà in autunno a Cracovia. Esso sarà interamente dedicato alle vittime di Auschwitz.

Non è la prima vola che il gruppo musicale pop-rock italiano dedica la propria attenzione alle vittime della Shoah. In passato avevano dedicato proprio una canzone a loro, dal titolo “Auschwitz”. Una canzone suggestiva e terribile allo stesso tempo poichè apriva le porte dell’inferno dell’Olocausto. Una canzone che all’epoca ebbe molto successo e che da allora entrò negli annali della buona musica.

A settant’anni dalla Liberazione di Auschwitz hanno voluto organizzare un concerto e lo hanno annunciato proprio durante il loro raduno, nel quale hanno invitato un sopravvissuto al campo di concentramento, Vittorio Bocchetta (di 97 anni), e il figlio di un altro sopravvissuto, Marcello Kalowski, autore del libro intitolato “Il silenzio di Abram”, nel quale si racconta il trauma subito dagli ex-prigionieri del campo di sterminio di Auschwitz.

Ogni anno i Nomadi ricordano Augusto Daolio, la prima voce dei Nomadi, scomparso nel 1992 e dal quale rimangono profondamente legati. Il “Tributo ad Augusto”, premio in memoria del cantante, è stato quest’anno assegnato a Luca Carbone, cantautore di Bologna. Il premio è un riconoscimento importante al valore artistico, ma anche umano che viene regalato a musicisti che hanno fatto grande la canzone italiana.

Ogni anno il Nomadincontro si tiene a Novellara, città in provincia di ReggioEmilia, dove il cantante nacque.

Il premio in denaro, che secondo tradizione il vincitore devolve in beneficenza, quest’anno andrà alla Amani Onlus, un associazione no-profit che dal 1995 realizza case di accoglienza e di istruzione in Kenya, Zambia e Sudan.

Il 21 febbraio è stata la ventitreesima edizione del Nomadincontro. Sono stati 2 giorni di concerto e la partecipazione è stata davvero tanta, si parla di ben diecimila persone.