Operaio disoccupato si reinventa gigolò

6 marzo 2013 10:460 commenti

Succede molto spesso, purtroppo, in questi ultimi anni che un giovane si trovi improvvisamente senza lavoro. Succede perché c’è la crisi e le aziende non si possono più permettere di pagare i dipendenti e scattano, così, casse integrazioni e licenziamenti.

E una volta che si viene licenziati, cosa si fa? Prima cosa si cerca un altro lavoro, ma come fare a trovarlo se non ce n’è? 

Bisogna mettersi in gioco, capire quali possono essere le proprie potenzialità e sfruttarle al massimo. Così ha fatto -o almeno sta provando a fare- un giovane operaio padovano che, licenziato dalla fabbrica in cui lavorava, ha dapprima cercato un altro lavoro normale e poi, dal momento che non c’erano possibilità, ha deciso di mettersi a fare il gigolò.


► Disoccupazione Italia 2014

Ha così riempito la sua cittadina, Anguillara Veneta, piccolo paese in provincia di Padova, di manifesti nei quali si propone come accompagnatore per ragazze e signore, con tanto di contatti e numero di telefono.

Andrea, questo il suo nome, ha dichiarato a  Il Gazzettino:

Sono una vittima di questo brutto momento che sta vivendo l’Italia. Lavoravo come operaio e sono stato licenziato, per un po’ ho cercato un altro impiego, diciamo così, normale. Poi ho avuto questa idea.

Peccato, però, che ancora non abbia ricevuto alcuna telefonata.

 






Tags:

Lascia una risposta