Ospedale manda a casa un uomo con un proiettile nel collo: “torni lunedì”

12 marzo 2012 08:560 commenti

Spesso gli ospedali italiano sono al centro di casi di mala sanità, ma considerando ciò che è accaduto in un ospedale degli Stati Uniti, per la precisione del Bronx, ci si renderà conto che non è una questione limitata soltanto al belpaese. Ricardo Acevedo, di anni 47, era intento ad aggiustare la telecamera di sicurezza all’esterno della sua bottega quando sentì degli spari e senza neanche rendersene conto viene colpito alla nuca. Dolore lancinante e sangue, questo è ciò che ricorda l’uomo dell’episodio. Subito viene trasportato d’urgenza dalla moglie al pronto soccorso nel Bronx più vicino casa, ma dopo sole 2 ore i medici dell’ospedale lo rimandano a casa chiedendogli di ritornare lunedì.


Ricardo Acevedo non sembra né preoccupato del corpo anomalo incastratosi alla base del suo cranio, né sembra essersi indignato in seguito a questa anomala richiesta di ritornare tra qualche giorno per l’estrazione della pallottola. Al contrario, l’uomo  ha dimostrato di avere grande fiducia nei medici che lo hanno visitato.






Tags:

Lascia una risposta