Home / Curiosità / Perchè si mangiano le lenticchie a Capodanno?

Perchè si mangiano le lenticchie a Capodanno?

Manca poco all’inizio del nuovo anno, il 2015 è ormai alle porte. Ogni angolo del mondo ha le sue usanze e tradizioni. Pensiamo al vestire di rosso, al buttar via qualcosa di vecchio al darsi un bacio sotto il vischio: sono queste le classiche frasi che ci ripetiamo ogni sera di San Silvestro. Ma la tradizione in assoluto più rispettata nel nostro bel paese riguarda le lenticchie: le lenticchie a fine anno sono un must in tutte le case e in tutti i ristoranti. Ci siamo mai chiesti l’origine di questa usanza di fine anno? Perchè si mangiano le lenticchie a Capodanno?

Le lenticchie sono il legume più antico coltivato dall’uomo: vi sono tracce della presenza di questo legume in Asia già nel 7.000 a.C.. in seguito la coltivazione delle lenticchie si diffuse in tutto il bacino del Mediterraneo. Infatti è testimoniata la loro presenza nella cucina degli antichi greci e romani. Ad ogni modo l’usanza vuole che allo scoccare della mezzanotte si mangino le lenticchie co lo zampone o con il cotechino. Le lenticchie in generale secondo la tradizione popolare portano bene: sono simbolo di salute e fortuna, in primo luogo per via della loro forma circolare e piatta, simile a quella di un soldo ed in secondo luogo per l’elevato valore nutrizionale che questi legumi posseggono. Si narra che molti secoli fa un contadino disperato supplicò il cielo di aiutarlo a mantenere al sua famiglia dopo aver ottenuto dal suo raccolto un solo sacchetto di lenticchie, sacchetto che, ovviamente, non sarebbe stato sufficiente a sfamare la sua famiglia per tutto l’inverno. Il giorno seguente al posto del sacchetto di lenticchie l’uomo trovò un sacco zeppo di monete. Le lenticchie sono da sempre considerate simbolo di abbondanza, benessere e prosperità, insomma un vero portafortuna. E allora cosa costa assaggiarne un cucchiaino per brindare al nuovo anno e augurare a noi stessi e ai nostri amici e familiari fortuna, successo e prosperità?

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *