Pudding, il gatto che ha salvato la sua padrona

24 febbraio 2012 08:000 commenti

Pudding era un cucciolo di gatto quando fu adottato da Amy Jung e suo figlio. Il giorno stesso in cui era entrato in casa aveva già dimostrato di essere indispensabile. Ora che è cresciuto è una presenza fondamentale per la donna. La signora Jung è malata di diabete e durante una crisi il suo gatto le ha salvato la vita. Era la prima notte che il piccolo micio passava in casa loro e durante il sonno Amy ha una crisi diabetica. Pudding percepisce il pericolo e cerca di svegliarla graffiandola e mordendole il naso, quando finalmente la donna si sveglia chiede l’aiuto del figlio che però non la sente, quindi il gatto corre a svegliare anche lui.


Solo grazie all’intervento tempestivo del piccolo Pudding la donna ha ricevuto l’aiuto dal figlio ed è riuscita a salvarsi. Ora Amy non può vivere senza il suo gatto a cui riconosce l’averle salvato la vita. La cosa interessante è che Pudding percepisce ogni volta che la donna ha un tasso di zucchero basso nel sangue e comincia a miagolare. La donna registrerà il suo piccolo pet come un animale da terapia.






Tags:

Lascia una risposta