Quanto è durato il singhiozzo più lungo del mondo

24 settembre 2014 12:230 commenti

Il singhiozzo è certamente uno dei movimenti involontari più fastidiosi e imbarazzanti in cui si possa incappare. Si tratta di una contrazione ripetuta, ma involontaria del diaframma. È dovuto all’alterazione del nervo frenico e si può avere dopo la dilatazione improvvisa dello stomaco, per via degli sbalzi bruschi di temperatura, in seguito all’ingerimento di alcuni liquidi o cibi.

Il suono del singhiozzo dipende dalla chiusura della glottide ogni volta che si contrae in diaframma. Ippocrate diceva che non c’è un rimedio naturale al singhiozzo, ma negli anni sono state individuate delle pratiche che favoriscono la sua scomparsa. Il singhiozzo per esempio, qualche volta va via se si trattiene il respiro, oppure se si soffia tappano bocca e naso, oppure se ci si mette a testa in giù o se si bevono piccoli sorsi d’acqua.

> Punta pistola alla tempia dell’amico per spaventarlo e fargli passare il singhiozzo, ma lo uccide.

Deve averli provati tutti, questi rimedi, Charles Osborne che ha il record dei singhiozzi. Il suo è quello che è durato di più in tutto il mondo, ben 69 anni. Tutto è iniziato nel 1922 quando stava macellando un maiale molto pesante. Il singhiozzo è finito soltanto nel 1990. Oltre ai sistemi tradizionali e conosciuti che abbiamo indicato, siccome il singhiozzo spesso indica altre patologie, Osborne si è rivolto anche a dei medici per avere consigli su come eliminare o limitare il singhiozzo. Nei primi anni Osborne singhiozzava ogni 2-3 secondi poi ha iniziato a farlo ogni 20 minuti.

> Inventato il lecca lecca contro il singhiozzo

In 69 anni di singhiozzo, questo singolare personaggio, ha avuto circa 430 milioni di contrazioni del diaframma. Il bello è che quando poi ha smesso, nel giro di un anno è morto, senza godersi a pieno la vita libera dal singhiozzo.

Tags:

Lascia una risposta