I Simpson hanno predetto l’epidemia di Ebola

10 ottobre 2014 10:040 commenti

I Simpson sono un cartone animato visionario e le notizie degli ultimi giorni lo confermano visto che è stata ritrovata una puntata del 1997 in cui si parla del virus Ebola. Ecco la puntata predittiva.

I Simpson sono un cartone da adulti ed hanno sempre avuto una capacità visionaria fuori dal comune. Quelli che sostengono la teoria del complotto di internet, adesso, additato la serie di Matt Goering come predittiva nei confronti dell’epidemia di ebola, annunciata niente di meno che nel 1997.

Nel vecchio episodio si vede Marge che, a Bart allungato sul letto malato, suggerisce di leggere un libro intitolato “Il curioso George e il virus Ebola”. Neanche con questa lettura Bart torna di buon umore, anzi, mostra alla madre che gli chiede se voglia colorare qualcosa, un disegno che raffigura proprio Bart morto, circondato da sangue e corpi con il sole che piange.

Sulla teoria del complotto gli opinionisti si sono spaccati: da un lato quelli che si ostinano a mettere in relazione Hollywood con i disastri di portata mondiale e coloro che al contrario trascurano i dettagli cinematografici e fanno notare invece che
1. il vaccino per l’Ebola è disponibile da un paio d’anni per il governo USA;
2. che l’Ebola esiste da tempo ma finora non era stata così pericolosa e diffusa;
3. se si deve parlare di potere predittivo allora deve essere chiamata in causa anche la Bibbia che di disastri ne ha predetti più di uno.


I Simpson, però, sono stati in grado di anticipare la realtà in molte altre occasioni. Per esempio in una puntata del 1992, più di 20 anni, Bart si fece un selfie del sedere riflesso nello specchio.

simpson predizione selfie

Nel 2005 i Simpson immaginarono che nel futuro, scattando la foto di una torta si potesse trasformarla in qualcosa di commestibile. Anticiparono cioè la stampa 3D.

simpson predizione cibo 3d

Per non parlare del correttore automatico che fu predetto nel 1994 e soltanto numerosi anni dopo introdotto nei dispositivi Apple.

eat-up-martha






Tags:

Lascia una risposta