Sopravvive dopo essersi sparato in testa un arpione

23 aprile 2013 12:590 commenti

bsc

In Brasile gridano al miracolo. Un uomo di trentaquattro anni è miracolosamente scampato ad una morte certa, riuscendo a sopravvivere dopo essersi accidentalmente sparato in testa con un arpione.

Il nome del ‘miracolato’ è Bruno Barcellos de Souza Coutinho. Bruno vive a Petrópolis, in Brasile. L’incidente è avvenuto mentre egli stava pulendo i suoi attrezzi da pesca. Improvvisamente da uno di questi oggetti è partito un colpo. Lo sparo ha infilzato la testa dell’uomo per 15 centimentri, mediante l’occhio sinistro e in profondità nel cervello.


Malgrado l’entità del gravissimo incidente, Bruno Barcellos non si è recato subito all’ospedale fino al giorno dopo. C’è voluto il consiglio di un parente, che l’ha incitato a farsi visitare da un medico.

Così Bruno è arrivato in ospedale sorprendentemente in stato di lucidità, ma è stato subito sottoposto ad un intervento chirurgico di emergenza.

Ora Bruno De Souza Coutinho ha perso l’occhio ferito ma fortunatamente non ha subito nessun danno cerebrale.

 






Tags:

Lascia una risposta