Sperma-robot: i messaggeri del futuro

31 dicembre 2013 18:430 commenti

spermatozoi

Costruire un motore abbastanza piccolo per spostare una singola cellula può essere terribilmente difficile. Ecco perché i ricercatori in Germania hanno deciso di dirottare invece un mini- motore naturale : lo sperma.

Perché lo sperma ? Gli spermatozoi sono un’opzione attraente perché innocui per il corpo umano , non richiedono una fonte di alimentazione esterna , e possono nuotare attraverso liquidi viscosi .

Ma lo sperma non va intrinsecamente dove si vuole che vada. Così gli scienziati hanno usato la nano – ingegneria mettendo le cellule spermatiche in una capsula con un paio di dozzine di nanotubi di ferro -titanio. I tubi si comportano come i tessuti fingertraps  dove lo sperma può nuotare, ma non può uscire. Utilizzando i magneti , gli scienziati possono quindi guidare i nuotatori nella direzione da loro scelta . E’ come un robot telecomandato in cui lo sperma avvia i motori ed i ricercatori forniscono la navigazione.

Lo studio è stato solo un proof of concept , ma la tecnologia potrebbe un giorno offrire un’alternativa alla fecondazione in vitro. Gli spermbots, al contrario, potrebbero potenzialmente consentire al medico di dirigere l’intero processo di fecondazione all’interno del corpo.

Le potenziali applicazioni vanno oltre la fecondazione . Il documento , pubblicato su Advanced Materials , descrive il potenziale uso futuro degli spermbots  per la micromanipolazione  dei tessuti all’interno del corpo, o di fissaggio cellule tumorali. Un’altra possibilità interessante è mirata all’assorbimento dei farmaci. I nanotubi sono fatti di una membrana superfine in grado di trasportare farmaci alle parti malate del corpo.

Tags:

Lascia una risposta