Svetlana Alexievich (Bielorussia) vince il Nobel per la Letteratura 2015

Il Premio Nobel per la Letteratura 2015 è stato assegnato alla giornalista Svetlana Alexievich, bielorussa. Lo ha annunciato la filologa svedese Sara Danius, elencando anche i motivi della prestigiosa onorificenza. La Alexievich ha infatti vinto per i suoi scritti polifonici”, che rappresentano “un monumento alla sofferenza e al coraggio nel nostro tempo”. 67 anni, Svetlana Alexievich ha battuto gli altri più papabili candidati: Haruki Murakami, Philip Roth, Laszlo Kraszahorkai, Ngugi wa Thiong’o, Ko Un, John Banville e soprattutto Joyce Carol Oates. 

Svetlana Alexievich ̬ una giornalista e scrittrice scomoda per il suo Paese, visto che i suoi libri non vengono venduti in Bielorussia. Di origine ucraina Рda parte di madre Рla Alexievich ̬ sempre stata infatti molto critica nei confronti del suo Paese, invisa specialmente al regime di Lukashenko che si avvia a una nuova vittoria alle prossime elezioni Рper molti, una vittoria affatto democratica.

Tra narrativa e documentario, i libri della Alexievich sono venduti in tutto il mondo e vanno a narrare storie della cronaca più stretta attuale, da Chernobyl (“Preghiera per Chernobyl“) alla guerra in Afghanistan (con “Ragazzi di zinco“).

Già nel 2013 la Alexievich è stata candidata al Nobel, senza però riceverlo. Una volta saputa la notizia, la scrittrice bielorussa ha voluto commentare su Twitter la sua felicità: “Mi hanno chiamata adesso dalla Svezia per dirmi che mi hanno dato il Nobel. Sono felice, molto felice. Grazie“, ha cinguettato.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *