TripAdvisor recensisce anche hotel chiusi

27 agosto 2014 16:510 commenti

Tutti gli smanettoni alle prese con l’organizzazione della propria vacanza, oltre a prenotare il loro viaggio online risparmiando sull’intermediazione dell’agenzia, si fanno aiutare nella scelta delle strutture da servizi come TripAdvisor, criticato in questi giorni dalla nostra Federalberghi.

Tripadvisor-Logo

Chi prenota una vacanza online, ormai, sa quali sono i siti internet per la prenotazione di voli, viaggi in treni ed autobus, ma una volta arrivati a destinazione, come si fa per non ritrovarsi nella solita bettola mascherata da hotel a 4 stelle?

Il trucco spesso usato e risultato finora molto convincente è quello di leggere le recensioni delle strutture, hotel, pensioni, agriturismi e quant’altro, direttamente dalla voce di chi ci è già stato. Tra i migliori siti che offrono questo servizio di comparazione c’è sicuramente TripAdvisor che è stato criticato molto da Federalberghi.


Alla radice dello scontro sembra esserci uno scarso controllo fatto da TripAdvisor sulle recensioni. Sul sito, infatti, ci sarebbero nuove recensioni dell’hotel Regency di Roma, una struttura che, dice Federalberghi, è chiusa dal 2007. La recensione è chiaramente una bufala perché si scrive che ci sono i lucchetti alle porte, non c’è il personale e non ci sono gli ospiti. La recensione accettata a giugno 2014 è stata poi cancellata.

> Gli albergatori uniti contro i siti di viaggi

Sulle false recensioni di TripAdvisor, tra l’altro, l’estate scorsa è stata avviata un’indagine da parte dell’Antitrust che ha vietato anche agli hotel che si affidano a portali come Expedia e Booking, di mostrare prezzi inferiori a quelli proposti sui siti di prenotazione.

Secondo TripAdvisor le recensioni fasulle sul sito sarebbero uno quota molto limitata ma sulla base del centro ricerca Gartner, invece, i fake oscillerebbero tra il 10 e il 14 per cento.






Tags:

Lascia una risposta