Una donna dona un rene al suo capo e in cambio viene licenziata

24 aprile 2012 08:000 commenti

Debbie Stevens ha  47 anni e vive a Long Island. Per un atto di altruismo e di generosità la sua vita è stata stravolta in negativo e proprio a causa della persona che, più di tutte,  dovrebbe starle a cuore. La donna lavorava presso l’Atlantic Automotive Group e il suo capo Jackie Brucia di 61 anni aveva urgente bisogno di un trapianto di reni e la Stevens si era resa disponibile. Le due donne però non erano compatibili quindi i medici hanno suggerito alla Stevens di donare il suo rene ad un uomo del Missouri in modo da far passare il suo capo come la prima nella lista di trapianti. E così è avvenuto.


Le due donne sono state operate quasi nello stesso periodo e a questo punto per la generosa Stevens è cominciato l’inferno. Il post espianto è stato davvero duro, è stata male fisicamente e spesso non si recava a lavora o faceva ritardo. La Brucia, invece di esserle riconoscente e capire la sua condizione non ha fatto che umiliarla davanti agli altri colleghi o addirittura cambiarle sede lavorativa. Alla fine la Stevens ha cominciato ad andare in terapia perché il male fisico sommato alle umiliazioni l’hanno davvero sfinita. Quando la donna ha preso provvedimenti rivolgendosi ad un avvocato come risposta è stata licenziata. Ora la società e la Stevens sono in causa.






Tags:

Lascia una risposta