Uomo mangia troppi popcorn e si ammala

20 settembre 2012 13:060 commenti

Wayne Watson, un uomo statunitense di 59 anni di Centennial (nel Colorado) si stava avvelenando inalando il profumo del burro artificiale del suo alimento preferito, i popcorn. L’uomo ora deve essere risarcito sia dalla casa produttrice dei popcorn, sia dal suo rivenditore, con ben 7,2 milioni di dollari. L’errore sta nel non aver informato in maniera adeguata i clienti dei rischi a cui essi sarebbero potuti andare incontro nel momento in cui avessero messo i popcorn nel forno a microonde.

Dopo il ricovero alla Denver’s National Jewish Health, un centro specializzato nella cura delle malattie respiratorie, a Wayne, è stato diagnosticato una bronchiolite obliterante, una malattia irreversibile che reca problemi molto gravi alla respirazione. Secondo i medici la malattia è stata provocata da un ingrediente contenuto nel mais, il diacetile che, a causa di una somministrazione cronica nel tempo, ha provocato la malattia.
Dopo un processo durato ben 9 giorni ed una camera di consiglio durata circa 24 ore è stato deciso che l’80% del risarcimento sarà pagato dall’azienda produttrice mentre il restante 20% dal venditore.

Tags:

Lascia una risposta