Vince al Totocalcio ma perde il biglietto. Lo ritrova dopo 30 anni e intasca i soldi

3 marzo 2012 09:440 commenti

Vincere alla lotteria è il sogno di ogni persona, ma il terrore più grande è quello di perdere il biglietto. Nel 1981 Martino Scialpi realizza una vincita miliardaria al Totocalcio ma non può intascare il denaro perché perde la matrice del biglietto, che testimoniava il suo tanto ambito 13. Dopo 30 anni e numerosi processi il tribunale civile di Roma  ha finalmente dato il consenso all’uomo a riscuotere la vincita. La vincita ammonta ad una somma pari a 2 milioni e 344mila euro, che altro non è che l’ingiunzione di pagamento nei confronti del Coni.


Il Coni ha tentato di evitare che a Scialpi venisse accordata la vincita portando davanti ai giudici la motivazione che i termini di pagamento erano scaduti. Ma nell’udienza finale è stato decretato che l’uomo del corso di questi 30 anni ha “compiuto innumerevoli atti idonei a interrompere la prescrizione” e che “risulta infondata” l’obiezione “di carenza di passiva legittimazione”. Il Coni si appellerà comunque al giudizio di appello.






Tags:

Lascia una risposta