Home / Diritti del cittadino / Canone Rai in bolletta illegale? Ecco perché

Canone Rai in bolletta illegale? Ecco perché

A nessuno è piaciuto l’inserimento forzato del pagamento del canone Rai in bolletta. Né ai cittadini, né tantomeno agli esponenti delle forze politiche dell’opposizione, come ad esempio la Lega Nord. Proprio il responsabile della comunicazione del partito, Davide Caparini, ha affermato che ci sono i requisiti per una class action contro i servizi di fornitura elettrica. Per Caparini il canone Rai in bolletta è qualcosa di illegale, sul quale gli studi legali potrebbero vincere facilmente a mani basse qualsiasi causa. 

I requisiti per una class action contro il canone Rai in bolletta, quindi, ci sono tutti per Caparini, semplicemente perché i contribuenti sono chiamati a pagare “un onere improprio e non dovuto per la fornitura del servizio richiesto”, soprattutto visto che quando è stato sottoscritto il contratto, non vi era alcuna clausola che prevedeva questo intruglio. Sostanzialmente, è come se firmaste un contratto su cui c’è scritto che dovete pagare tot al mese per questo e quel servizio, e che da un momento all’altro vi trovaste a pagare un supplemento per un servizio non richiesto.

Secondo Caparini, le prospettive per vincere questa battaglia sono più che rosee, impugnando il Codice del consumatore. Da questo punto di vista, quindi, associazioni di consumatori e studi legali potrebbero essere gli alleati ideali per una class action contro il canone Rai in bolletta, tanto da far pensare che tale manovra non potrà durare a lungo se ben combattuta.

Proprio la complessità di una normativa inattaccabile che potesse consentire ai governi di introdurre il pagamento del Canone Rai in bolletta ha infatti frenato tutti gli esecutivi precedenti che, a livello teorico hanno pensato alla questione senza poi farla sfociare sotto l’aspetto pratico. Caparini è fiducioso: “Il governo andrà incontro alle conseguenze di ciò che ha deciso“, ha affermato l’esponente della Lega Nord. Problemi burocratici, cavilli amministrativi e soprattutto legali che potrebbero ben presto risalire alla ribalta. E cambiare ancora una volta le carte in tavola.

 

Loading...