150 miliardi di dollari l’anno dai patrimoni offshore

26 maggio 2013 11:170 commentiDi:

DOLLARICon una minima tassazione dell’ intero ammontare dei patrimoni offshore che costituiscono l’ evasione fiscale mondiale si potrebbero risolvere in poco tempo il problema della fame e della povertà nel mondo.

L’evasione fiscale è di 41 miliardi, più di una manovra economica

A sostenerlo è una associazione caritatevole britannica, la Oxfam, che nei giorni scorsi ha pubblicato una ricerca che è stata poi diffusa dal quotidiano londinese Guardian.

Tim Cook smentisce accusa elusione fiscale Apple

Secondo i ricercatori inglesi, dunque, nei paradisi fiscali del mondo si nasconderebbero al momento circa 18 trilioni di dollari, all’ interno dei quali sono però compresi i soli patrimoni di quei privati cittadini che desiderano rimanere alla larga dal fisco. Non sono stati presi in considerazione per il momento, infatti, i soldi evasi o elusi dalle imprese del globo.

Ebbene, gli studiosi inglesi hanno calcolato che imponendo anche una minima tassazione – cioè con l’ aliquota più bassa che si conosca – a questi patrimoni si potrebbero ottenere almeno 150 miliardi di dollari l’ anno, cifra che supera di due volte le risorse necessarie ad abbattere la soglia della povertà estrema nel mondo, dal momento che l’ OMS ha fissato il limite di sopravvivenza sopra 1 dollaro e 25 centesimi.

La ricerca inglese fornisce senza dubbio stime e dati purtroppo non ancora verificabili, ma è indubbio che racchiuda un amaro fondo di verità.

Tags:

Lascia una risposta