Abolizione Imu: favorevoli e contrari

3 maggio 2013 17:470 commenti

imu

Imu si, Imu no. Sono ancora molti coloro non favorevoli alla completa abolizione dell’Imu sulla prima abitazione. Enrico Letta vuole guardare la cosa complessivamente e per questo ha auspicato una riforma in grado di far ‘respirare’ le famiglie.

> Imu sulla prima casa: le ipotesi di modifica

La proposta è quella di aumentare le detrazioni sull’abitazione principale per le famiglie più numerose. Un’operazione da 2-2,5 miliardi. In alternativa si potrebbero rivedere i coefficienti di calcolo dell’Imu a vantaggio delle categorie più deboli.


> Imu, ecco cosa cambierà a giugno

A Roma il sindaco Gianni Alemanno ha già dichiarato che l’Imu sulla prima casa non la pagheranno le famiglie con reddito Isee inferiore ai 15 mila euro.

Qui Roma

Sempre restando nella Capitale, Alemanno desidera coprire l’esenzione dall’Imu per i meno abbienti elevando le rendite catastali di 175 mila famiglie. Sono però pochissimi i Comuni che potrebbero fare lo stesso. L’operazione romana è agevolata dalla Finanziaria del 2005 che permette solo ai Comuni che hanno almeno tre microzone (250 su 8 mila) di operare una perequazione delle rendite catastali avvicinandole al valore di mercato. In Italia sono stati 16 i Comuni a operare in questo senso. E gli altri comuni? La riforma generale degli estimi catastali, quella che avrebbe consentito a tutti i Comuni di riclassificare gli immobili, si è arenata al Senato.






Tags:

Lascia una risposta