Alitalia soffre l’alta velocità Roma-Milano

19 dicembre 2012 14:410 commentiDi:

 

 

 

 

 

Per Alitalia si apre un fase difficile e un 2013 alquanto incerto. Lo afferma l’amministratore delegato Andrea Ragnetti che parla del fatto che l’alta velocità rischia di rendere “insostenibile” il mercato entro il 2016. I treni di Fsi e Ntv infatti sono molto competitivi per le tratte interne e per Alitalia questo rappresenta una perdita economica in un settore comunque strategico.


Il primo trimestre 2013 si dovrebbe essere il peggiore di sempre per le compagnie aeree. L’ad di Alitalia Ragnetti punta per il prossimo anno al pareggio operativo, ma c’è da fare i conti con la liquidità che è sempre meno. È necessaria una ricapitalizzazione con i piccoli azionisti che pensano di riconsegnare le azioni a Intesa San Paolo. Il piano di Alitalia è quello di riportare in equilibrio il capitale e fare uno o più spin-off di alcuni asset ancora non mostrati ma che potrebbero essere molto utili sul mercato.

La crisi comunque tocca le compagnie aeree e Alitalia non è da meno. L’alta velocità per le tratte come Roma-Milano sta conquistando il mercato per la comodità che offre, mentre Alitalia non può competere più di tanto in questo senso. Trenitalia e Ntv consentono di fare un viaggio comodo e di partire e arrivare al centro delle città, mentre con Alitalia bisogna fare più spostamenti che per i viaggi interni non sono molto competitivi.






Tags:

Lascia una risposta