In arrivo scontrini e fatture elettroniche contro l’evasione fiscale

18 giugno 2014 17:160 commentiDi:

scontrino

Era stato annunciato nei mesi scorsi ma diventerà presto realtà. E’ il piano del governo Renzi contro l’evasione fiscale, che troverà la sua attuazione a breve, quando il testo del decreto di attuazione della delega fiscale sarà presentato alla Camere e l’intera operazione riceverà le sue linee guida di indirizzo. La lotta all’evasione fiscale, così, dal 30 giugno 2014, diventerà anche 2.0, perché sarà decisamente incrementato il numero della tracciabilità delle operazioni. 

Nuove proposte per la riforma dell’IVA e la lotta all’evasione fiscale

L’intenzione del governo, infatti, come annunciato, è quello di arrivare ad una nuova concezione delle misure anti evasione, che sarebbero ad ampio raggio e applicate in maniera sistematica. Tra le misure che sono al vaglio al momento, infatti, compaiono strumenti come lo scontrino telematico, che dovrebbe cominciare ad essere obbligatorio almeno per tutte le sigle della GDO, la Grande Distribuzione Organizzata, la fatturazione elettronica, in parte già utilizzata e l’utilizzo dei POS, i dispositivi elettronici per i pagamenti che da fine mese diventeranno obbligatori per tutti i commercianti e i liberi professionisti.


Evasione fiscale – Ecco dove e come sono stati recuperati quasi 60 miliardi nel 2013

Si è pensato quindi di estendere il raggio di attuazione di questi strumenti e di introdurne anche dei nuovi, come la possibilità di saldare il conto del medico o dell’avvocato con delle carte di pagamento.

Tutte queste moderne operazioni che il governo metterà in campo serviranno ad incrementare l’uso della moneta elettronica, per sua natura tracciabile rispetto al contante. L’obiettivo è quello di ottenere delle più ampie banche dati che permettano l’incrocio dei numeri che sono già a disposizione del fisco. Non a caso, infatti, l’altro obiettivo dichiarato del governo sarà quello di inviare la dichiarazione dei redditi precompilata a casa del contribuente.






Tags:

Lascia una risposta