Attenzione alle polizze assicurative nascoste in altri contratti e servizi

22 luglio 2014 10:320 commentiDi:

ACCORDO CONTRATTO FIRMA INTESA

I pericoli per i consumatori italiani sono sempre in agguato. Uno dei più recenti è quello della possibilità di sottoscrivere in maniera inconsapevole un contratto di assicurazione occulto quando si stipula un contratto di acquisto per altri beni o servizi, come viaggi, prodotti finanziari e bancari o abbonamenti a servizi di telefonia. 

Polizze RC Auto – Ecco cosa cambia dal 2014 nelle assicurazioni con il decreto Destinazione Italia

Le polizze assicurative in questione vengono chiamate polizze occulte, perché solo in minima parte il cliente ne ha consapevolezza o ne viene informato al momento della firma. Si tratta infatti di contratti in genere inclusi in pacchetti All Inclusive, i cui premi non superano di norma i 30 euro ma i cui costi non solo altrimenti specificati nel modulo di adesione.

I rincari delle tariffe dei servizi negli ultimi 10 anni

Per questo motivo l’Ivass, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, ha aperto un’inchiesta in cui ha coinvolto l’Antitrust, l’Autorità per l’energia e il Garante per la privacy. I beni e i prodotti a rischio, quelli in cui potrebbero nascondersi polizze non desiderate e a cui i consumatori devono prestare la massima attenzione, sono:

  • conti correnti e prodotti bancari e finanziari
  • pacchetti vacanza
  • trasporti
  • automobili
  • servizi per la fornitura di energia elettrica, gas e acqua
  • abbonamenti telefonici
  • servizi per il tempo libero, sportivi o ricreativi.

L’Ivass ha messo dunque in luce come nell’ultimo periodo siano stati firmati più di 15 milioni di piccoli contratti di assicurazione relativi ad oltre 1600 diverse tipologie di contratti. Solo nel 46 per cento dei casi, tuttavia, il costo della copertura assicurativa è indicato in maniera esplicita all’interno del contratto e distinto da quello del bene principale. Negli altri casi i fornitori di beni e servizi dichiarano che l’assicurazione è a titolo gratuito per il consumatore, ma proprio questo ultimi aspetto dovrò essere verificato dalle autorità competenti.

 

Tags:

Lascia una risposta