BCE Draghi a sorpresa abbassa tassi di interesse

3 novembre 2011 14:280 commenti

A grande sorpresa generale, Mario Draghi, il nuovo presidente della Banca centrale europea ha stabilito, oggi 3 novembre, di tagliare di 0,25 punti i tassi di interesse dell’area euro. 

La Bce ha deciso di tagliare tutti i tassi dello 0,25%: quello fisso di rifinanziamento scende all’1,25%, quello sui depositi passa allo 0,50% e quello marginale al 2%. 

Gli economisti e i mercati speravano in un gesto da parte della Bce in favore dei paesi in difficoltà della zona euro, ma non contavano di vedersi tagliare i tassi già da questo mese. 

Nella suo primo incontro, il nuovo presidente della BCE, Mario Draghi, ha dunque sorpreso i mercati annunciando questa elasticità monetaria. In un mercato ansioso per la crisi del debito in Europa e dei rischi di rallentamento economico mondiale, questa decisione permette di ridare un soffio al mercato.


Dopo il taglio a sorpresa dei tassi Bce la Borsa vola.
Piazza Affari ha allungato ancora il passo e l’indice Ftse Mib sale ora del 4,06%. Tenaris guadagna il 9,37%, Fiat il 7,47%, Finmeccanica avanza del 7,25%, Fiat Industrial è in rialzo del 6,26%. Tra le banche, Unicredit segna un progresso del 6,59%, Intesa Sanpaolo del 6,92%. 

“Le prospettive inflazionistiche dell’area euro sono in calo e potrebbero scendere sotto il 2% nel 2012”. Riferisce Mario Draghi. “Le prospettive di crescita dell’area euro risentono di incertezza particolarmente alta e dei rischi al ribasso che si stanno intensificando. Tutti i governi dell’area euro devono mostrare inflessibile determinazione a onorare pienamente la propria firma sovrana”, ha aggiunto il presidente della Banca centrale europea, esortando i governi a intraprendere misure aggiuntive ove necessario.  

 

Ultimo aggiornamento 03 novembre 2011 ore 15,30






Tags:

Lascia una risposta