Bene inizio saldi

9 gennaio 2013 20:080 commenti

Rispetto alle previsioni, i saldi hanno fatto registrare un’ottima partenza.

Siamo giunti infatti al momento di stilare un bilancio del primo fine settimana, il quale ha fatto registrare una diminuzione contenuta delle vendite. Il calo si attesta tra il -5% ed il -10%. Poteva andare peggio.

La crisi influisce anche sugli acquisti a prezzi scontati, ma con meno vigore di quanto pensato alla vigilia. Le vendite nel complesso reggono l’urto della crisi, anche in virtù dell’afflusso di turisti stranieri e dei numerosissimi italiani a caccia di occasioni. È questo il panorama che emerge da un’indagine condotta da Confesercenti in alcuni importanti capoluoghi italiani.

I turisti hanno soprattutto dato la priorità ai negozianti che occupano i centri storici delle città d’arte.

VENEZIA

In Laguna i saldi reggono bene, facendo registrare un volume di vendite e uno scontrino ‘base’ in media con quelli dello scorso anno. Sono, però, elevate le percentuali di sconto offerte dai commercianti, che nel 2013 sono partiti dal 30-40%. La clientela, oltre che da turisti, è composta anche da italiani in cerca di opportunità, che hanno scelto orientarsi sui prezzi più bassi a discapito della fidelizzazione. Sono stati comprati soprattutto accessori, mentre si rileva meno attenzione per i capi importanti, un tempo obiettivo principale dei saldi.

ROMA

Anche a Roma il primo week-end ha fatto registrare un ottimo bilancio, sempre per merito (tra gli altri) dei turisti stranieri e della loro mania di fare shipping, la quale premia i negozi del centro storico e consente di effettuare acquisti risultati in linea con lo scorso anno. La spesa media si attesta ancora intorno ai 200 euro, senza differenze rispetto ai saldi invernali 2012, mentre gli sconti massimi sono ormai assestati sul 50%. I clienti hanno comprato soprattutto capispalla, da giubbotti a cappotti.

 

Tags:

Lascia una risposta