Bonus Irpef non ricevuto – Cosa fare

7 luglio 2014 11:510 commentiDi:

euro

A partire dal mese di maggio scorso la maggior parte dei lavoratori dipendenti italiani ha ricevuto l’atteso Bonus Irpef, il credito da 80 euro che il governo Renzi ha restituito al fine di alleggerire la pressione fiscale sulle spalle dei contribuenti e far ripartire i consumi. 

E’ arrivato il Bonus Irpef da 80 euro – Cosa fare se si supera il massimale

Può però essere capitato a diverse persone che aspettavano di ricevere il Bonus in busta paga di non averlo visto comparire tra le voci registrate nella busta. Nel caso in cui si sia verificata questa circostanza i casi sono due. O c’è stato – poco probabile – un errore materiale – oppure, cosa più probabile, dai calcoli effettuati dal datore di lavoro, il sostituto di imposta, il reddito risulta talmente alto da superare il limite previsto per gli aventi diritto.


Come funziona il Bonus Irpef da 80 euro per i cassintegrati e i disoccupati

In entrambi i casi, tuttavia, nel caso si nutrissero dei dubbi, è opportuno compiere una verifica più approfondita sul proprio reddito.

I contribuenti che si trovassero comunque vicini ai limiti previsti con il proprio reddito, la famosa soglia dei 26 mila euro, possono sotto la propria responsabilità chiedere al datore di lavoro di avere una erogazione parziale del bonus in attesa di conoscere il conguaglio di fine anno. I datori di lavoro, tuttavia, a conoscenza dei dati del 730 possono però non dare corso a tale richiesta se si prevede il superamento della soglia.

L’Agenzia delle Entrate ha indicato inoltre attraverso due circolari emanate nel mese di maggio 2014, la numero 8 e la numero 9, che i contribuenti non aventi diritto sono tenuti a darne comunicazione al proprio sostituto di imposta, il quale potrà recuperare il credito erroneamente erogato attraverso delle trattenute da operare sulle buste paga successive, e comunque entro il termine di fine anno o entro la fine del rapporto di lavoro.






Tags:

Lascia una risposta