Home / economia / Bonus mamma 2018: Requisiti, documenti e cosa occorre sapere

Bonus mamma 2018: Requisiti, documenti e cosa occorre sapere

Il Bonus mamme domani 2018 è dedicato a tutte quelle donne che si trovano in dolce attesa e partoriranno un bebè entro codesto anno. Chiamato anche Premio nascita è prevede un importo di euro 800. Quindi nulla è cambiato dall’anno precedente dove si vedeva introdotta la legge che vi era entrata in vigore dal primo gennaio 2017. Le condizioni restano appunto, le medesime.

Che cosa prevede il bonus mamma 2018?

Questo bonus ha un importo di 800 euro e viene corrisposto in una unica soluzione, ne possono richiedere disponibilità le mamme partorienti del proprio figlio, le mamme affidatarie, e quelle di adozione, a partire dal primo gennaio 2017, tramite richiesta di domanda che deve essere inoltrata tra il settimo e l’inizio dell’ ottavo mese di gravidanza, al momento della nascita, affido o adozione.

I requisiti per richieder il Bonus mamma futura.

I requisiti di fondamentale importanza sono di avere residenza in Italia o la cittadinanza italiana/comunitaria. In tal caso le donne cittadine che non sono comunitarie che però, sono in possesso dello status di rifugio politico e anche di protezione aventi diritto al sussidio sono al pari delle cittadine italiane. Il servizio del Bonus è attivo anche per tutto l’anno in corso 2018, è rivolte a tutte quelle mamme che dal 2017 hanno raggiunto tali requisiti: Compimento del settimo mese di gravidanza o partorito anche se prematuramente. Adottato minore nazionale o internazionale pur che rientri nei sensi della legge 4 maggio 1983, n. 84. Tutte quelle donne divenute mamme di un bimbo in affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’articolo 34,I. 184/1983. Si può beneficiare delle 800 euro del Bonus in una unica soluzione per ogni evento e in corrispondenza di ciascun figlio nato, affidato, adottato.

Quando e come presentare la domanda

La domanda deve essere presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e entro l’anno di nascita del figlio naturale, di adozione o affidamento. La richiesta deve essere presentata esclusivamente online tramite il servizio per i cittadini (con apposito PIN attraverso il servizio dedicato) oppure si può richiedere presso i servizi di patronato, o contattare il contact center integrato al numero verde 803164 che è gratuito se composto da rete fissa, oppure si può chiamare il numero 06 164 164 da rete mobile al costo del proprio operatore. Insieme alla domanda vanno presentati i documenti che attestano il settimo mese di gestazione, rilasciati da un medico del Servizio Sanitario Nazionale sui quali vi deve essere riportata la presunta data del parto. Le modalità di pagamento previste sono le seguenti: Libretto postale – carta prepagata con IBAN – accredito su conto corrente postale – bonifico domiciliato presso ufficio postale – accredito su conto corrente bancario.

Loading...