Bonus ristrutturazioni 2014 – Come presentare la domanda all’Enea

6 aprile 2014 16:230 commentiDi:

piano-casa-in-lombardia-e-veneto

Come abbiamo anticipato anche in alcuni post pubblicati in precedenza, per tutto il corso del 2014 i cittadini che effettueranno lavori di ristrutturazione sui propri immobili, finalizzati al miglioramento della efficienza energetica dell’edificio, potranno usufruire del bonus ristrutturazioni messo a disposizione e rinnovato dal governo, ovvero una detrazione IRPEF pari al 65 per cento della spesa sostenuta.  

La detrazione delle spese di ristrutturazione

Per ottenere il bonus sarà necessario non solo presentare la domanda all’Agenzia delle Entrate, ma anche ottenere la certificazione energetica dei lavori, che nel caso specifico viene conferita dall’Enea. L’ENEA ha infatti messo a disposizione di tutti i contribuenti interessati il nuovo sito istituzionale presso il quale inviare tutta la documentazione necessaria per ottenere la detrazione al 65 per cento.


Bonus ristrutturazioni e bonus mobili 2014 – Le novità sulle detrazioni Irpef per la casa

Il sito da utilizzare per i lavori di efficienza energetica realizzati nel 2014 sarà il seguente:

http://finanziaria2014.enea.it/index.asp

Resta comunque sempre attivo il sito internet relativo ai lavori realizzati nel corso del 2013 in modo tale da permettere eventuali modifiche alla documentazione già presentata dai contribuenti.

E’ opportuno ricordare, inoltre, che la detrazione al 65 per cento sarà in vigore solo fino a fine 2014, mentre a partire dal 2015 il bonus verrà ridotto al 50 per cento. Per coloro che effettueranno lavori di ristrutturazione condominiale, invece, il bonus si manterrà al 65 per cento fino al 30 giugno del 2015.

L’Enea ha inoltre precisato che anche per il 2014 potranno richiedere il bonus ristrutturazione e dunque la detrazione i lavori che prevedono la ricostruzione con sagoma diversa, purché ricadano sempre nell’ambito della ristrutturazione e non prevedano ampliamenti della volumetria precedente.

Il bonus non si applica invece ai lavori di ampliamento, perché considerata operazione che ricade nell’ambito della nuova costruzione e non in quella della ristrutturazione.






Tags:

Lascia una risposta